Da stagista a store manager: questa è la mia storia con Generation

A screen shot of a person

Completato il percorso per “addetti alle vendite” nel 2019, Angela ha intrapreso subito il suo percorso professionale con uno stage. Due anni dopo, racconta, la sua vita è, come lei stessa sottolinea, “completamente ribaltata”….

Come hai conosciuto Generation?
Il mio incontro con Generation è avvenuto “online” nell’ormai lontano 2019, mentre ero alla ricerca della mia prima occupazione. Ho visto una inserzione sui social che raccontava della possibilità di sostenere un colloquio al termine della formazione e che tutto mi sarebbe stato dato gratuitamente. Il mio primo pensiero? Questa è una fregatura.
In ogni caso, ho deciso di candidarmi e di provare questo percorso.

Come racconteresti le 3 settimane di corso?

Nel 2019 i corsi si tenevano in presenza e non online, quindi credo che anche l’unione al gruppo classe mi abbia stimolata ancora di più a continuare. Inoltre, durante il percorso, ho potuto assistere a varie presentazioni di diverse aziende partner e, al momento del placement, ho semplicemente espresso una preferenza, senza pretese. Una settimana dopo la fine del corso stavo già sostenendo colloqui e, in particolare, con l’azienda che più mi era piaciuta. E’ con loro che ho iniziato il percorso, il mio primo stage di sei mesi.

Com’è stato l’approccio al mondo del lavoro?
Le prime settimane mi sentivo bombardata di informazioni ma dopo poco sono entrata in armonia con il team. All’inizio ero un po’ sfiduciata, perché dopo 3 settimane di corso pensavo di non avere la preparazione adatta e invece… tutto al contrario! Le simulazioni fatte in aula delle situazioni più complesse si sono rivelate utilissime e non troppo lontane dalla realtà. Gestire un punto vendita non è assolutamente facile e senza il corso di Generation non penso avrei potuto mai iniziare questo percorso. Dopo lo stage è arrivato il contratto di assunzione e poi, purtroppo per tutti, la pandemia, che ha colpito fortemente il settore delle vendite e tutti i lavoratori, me compresa.

Di cosa ti occupi attualmente?
Ho dovuto, come molti lavoratori, aspettare luglio per ripresentare il mio cv in una azienda ma appena si è presentata l’occasione l’ho fatto e ho iniziato un percorso da Store Manager con un grande brand del settore retail. Per i primi 5 mesi ho lavorato a Napoli, ma questo tipo di percorso professionale richiede flessibilità, quindi attualmente vivo a Sassari e sono direttrice e responsabile del punto vendita.
Pazzesco, dopo 3 settimane di corso – gratuito – sono in un percorso da store manager. A chi lo racconto, ancora non mi crede, la mia vita è stata completamente ribaltata…
Sono partita da un semplice stage e non potevo chiedere di più: ero senza esperienza e senza preparazione, dovevo imparare e non demordere. Così è stato.

Penso che ogni giovane dovrebbe chiedersi che prezzo dà alla sua formazione: secondo me non c’è. Iniziare “dal basso”, dall’entry level ha un doppio significato: puoi capire se questo è il lavoro per te e capire anche quanto sei disposto a metterti in gioco per ottenere un risultato migliore. Non è facile, bisogna fare sacrifici… eppure io penso di essere la riprova che i sacrifici ripagano, sempre.

Vuoi iniziare una carriera nel settore retail anche tu? Sei alla ricerca di una opportunità?
Iscriviti al prossimo corso in partenza